Nascono le CLAP – Padova! Camere del Lavoro Autonomo e Precario | Primi appuntamenti 18 e 25 febbraio

clap logoNel corso degli ultimi anni il concetto di precarietà – e il ruolo che esso assume all’interno delle nostre vite – è radicalmente mutato. Per anni quel termine identificava una specifica condizione lavorativa e di vita, propria delle giovani generazioni che al termine del loro ciclo formativo si affacciavano al mondo del lavoro. Una condizione caratterizzata da minori diritti e garanzie, ma accompagnata dalla prospettiva di veder regolarizzata la posizione lavorativa, dopo un periodo di tempo più o meno lungo. La precarietà conservava dunque dei limiti, spaziali e temporali, che permettevano di distinguere tra lavoro stabile e precario, tra precari e garantiti, tra occupazione e disoccupazione. Continue reading

Sindacalismo sociale e pratiche di resistenza nella giungla della precarietà. Incontri di autoformazione verso l’apertura delle CLAP Padova.

clapNegli ultimi anni abbiamo assistito ad un profondo mutamento nella composizione del lavoro. Frammentazione, precarizzazione, atomizzazione, impoverimento sono oggi elementi distintivi del mercato del lavoro, soprattutto per le giovani generazioni. In questo quadro le vecchie forme sindacato sono risultate del tutto inadeguate ed incapaci di cogliere bisogni e desideri di lavoratori e lavoratrici. È a partire da questi elementi che abbiamo iniziato a sperimentare nuove forme e nuove pratiche di sindacalizzazione e a ragionare sul concetto stesso di sindacalismo sociale, immaginato come un nuovo modo di fare sindacato che parla a tutt* quei lavoratori e quelle lavoratrici precar* e autonom* che nella giungla della precarietà sono stat* abbandonat* a sé stess*, se non isolat*. Nel corso del processo dello sciopero sociale ci siamo confrontati con alcune esperienze, che a partire da queste necessità hanno tentato di elaborare proposte progettuali sui temi del lavoro e della sindacalizzazione sociale. Continue reading

03.12 – Presentazione de “Il Colore della Nazione”

colorenazioneQuesto libro ricostruisce la storia culturale dell’identità razziale degli italiani nell’Italia Repubblicana, nei testi visivi – televisivi, cinematografici, del fumetto, dell’opera d’arte – che hanno diffuso più o meno apertamente un immaginario razzista nella cultura di massa. Esso unisce la ricerca e le competenze di quattordici studiose e studiosi di formazione diversa e complementare: storia culturale, semiotica, sociologia, studi letterari, antropologia e filosofia politica. La lente comune è quella degli studi critici sulla razza e la bianchezza, gli studi culturali, postcoloniali e di genere. Continue reading

AperiEstate Bios! – Discutiamo sulle elezioni in Turchia con Alessandro De Pascale

pascaleDomenica 7 giugno si sono svolte, sotto i riflettori dei media internazionali, le elezioni per rinnovare il parlamento in Turchia. In molti si aspettavano la riconferma del partito del presidente Erdogan che, conquistata la maggioranza assoluta, avrebbe potuto assicurarsi un potere ancora maggiore avviando la riforma presidenzialista. Ma questa volta i piani del “Sultano” sono saltati e la recente tornata elettorale ha visto il suo AKP perdere circa il 10% dei consensi e l'ascesa della neonata formazione dell'HDP (Partito democratico del popolo) che è riuscita a sfondare la più alta soglia di sbarramento del continente aggiudicandosi ben 81 seggi. Questo risultato rientra anche in parte nell'onda lunga delle mobilitazioni del 2013 a Gezi Park, con le quali condivide diverse tematiche e parole d'ordine così come, sopratutto, delle grande resistenza che la popolazione del Rojava sta dimostrando da molti mesi nella lotta contro l'ISIS e per l'autodeterminazione dei curdi (senza dimenticare l'importante fattore del voto di protesta anti-Erdogan) In una Turchia sempre più europea, questo risultato si inserisce direttamente nei processi di cambiamento quali quello greco e spagnolo. Quale saranno le mosse di Erdogan dopo questo risultato? Quale incidenza avrà l'HDP come amplificatore delle istanze democratiche del Rojava e di Gezi Park? In che modo è stato possibile sconfiggere la repressione, la censura e i paventati brogli elettorali? Di questo e molto altro discuteremo con il giornalista freelance Alessandro De Pascale, tornato recentemente in Italia dopo aver preso parte ad una spedizione di osservatori internazionali proprio per le elezioni del 7 giugno.

Venerdì 19 giugno ore 18:00 @BiosLab (Via Brigata Padova 5, 7, 9)

16.05 – Rossetto e Cioccolato: una giornata di danza e piaceri!

burlDalle 17.00 alle 18.30: Workshop Introduzione all'arte del Burlesque. Il burlesque è una forma di intrattenimento che ha una storia lunga e ricca di sfaccettature. Nato alla fine dell'800 nell'Inghilterra vittoriana come spettacolo di satira, il burlesque si è poi sviluppato come un'arte tutta al femminile, dove l'elemento dello spogliarello è diventato protagonista, trasformandosi in atto creativo, teatrale, che non pone limiti alle sue possibilità espressive. Continue reading

De-Generiamo – Laboratorio quasi di danza

manifestodeImprovvisazioni, contaminazioni, incontri. Emozioni, differenze, potenzialità. Sguardi, intese, relazioni. Contatti. Movimenti. Corpi. Il laboratorio De-Generiamo propone di scoprire e riscoprire il corpo, di generare e rigenerare le identità, attraverso il movimento e la relazione con gli altri. Continue reading