26.05 – Geografie fuoriluogo nello spazio europeo: territori subalterni e soggettività insorgenti”

geofuoriluogopenultimo appuntamento del ciclo seminariale “Cartografie Subalterne – Sguardi postcoloniali su confini, conflitti e traittorie insorgenti

In che modo è stata culturalmente ed eticamente costruita l’identità europea ? Quali sono i suoi contenuti politici e le sue configurazioni normative ? Quali tipi di pratiche possono modificare efficacemente le reti di potere istituzionale, trasformando le nostre relazioni e gli spazi che viviamo nella quotidianità ?

Costruiremo gli strumenti per rispondere a queste domande insieme a:

Mariano Croce, Sapienza – Università di Roma
Giuliano Santoro, giornalista
Alessio Surian, ricercatore Università di Padova
Gaia Farina, ricercatrice Università di Padova

 

Giovedì 26 maggio
ore 18.30 @AulaB2
Ca’ Borin (via del santo, 22)

link evento facebook

Proiezione del documentario “Va’ Pensiero – Storie ambulanti”

vapensieroVa’ pensiero è il racconto incrociato di due aggressioni razziste a Milano e Firenze e della complicata ricomposizione dei frammenti di vita dei sopravvissuti. Milano: Mohamed Ba, 50 anni, griot, attore e educatore senegalese residente in Italia da 14 anni, viene accoltellato il 31 maggio del 2009 in pieno giorno, nel centro di Milano. Firenze: Mor e Cheikh, immigrati anche loro dal Senegal e residenti a Firenze, vengono colpiti il 13 dicembre 2011 mentre sono al lavoro al mercato di San Lorenzo.

Continue reading

Buen Vivir presenta: “Corso gratuito di cucina eco-sostenibile”

corsocucinaBUEN VIVIR – Mercato dei Piccoli Produttori Locali propone:

CORSO GRATUITO di CUCINA ECO-SOSTENIBILE

Cucinare in modo sostenibile è facile: partiamo dalla scelta di materie prime biologiche, naturali, a basso impatto ambientale.
L’ecocucina ci offre la possibilità di mangiare in modo sano, gustoso e azzerare gli sprechi.

Continue reading

20.05 – “A qualcun* piace piccante” – Buffet, danza e dj-set

piccanteIl laboratorio quasi di danza De-Generiamo, che ogni mercoledì prende corpo negli spazi del BiosLab, vi invita ad assaporare un particolare buffet in movimento, e a farvi stuzzicare da piccoli assaggi di danza.

A partire dal modulo “Eroticamente scorretto”, nel quale abbiamo sperimentato il connubio tra danza, cinque sensi ed erotismo, vi presenteremo fantasie e desideri legati al gusto. Vi aspettiamo fameliche e famelici.

Continue reading

19.05 – per il ciclo “Cartografie Subalterne”: proiezione di “Asmarina – voci e volti di una eredità postcoloniale”

asmarinasettimo appuntamento del ciclo “Cartografie Subalterne – Sguardi postcoloniali su confini, conflitti e traiettorie insorgenti” (link al programma completo)

Alan Maglio e Medhin Paolos, in collaborazione con Docucity – documentare la città – presentano il loro documentario “Asmarina”, realizzato all’interno della comunità habesha di Milano.

La comunità eritrea/etiope è presente in Italia da almeno mezzo secolo, integrata nel tessuto cittadino in maniera socialmente e culturalmente attiva. A partire dai documenti fotografici che costituiscono la memoria collettiva della comunità, il film raccoglie l’eredità delle storie personali, indagando le sfumature dell’identità, della migrazione e delle aspirazioni delle persone.

Continue reading

#15M – Nuit Debout

deboutDalle piazze francesi in rivolta, un forte vento sta soffiando verso tutti i paesi europei. Un vento democratico che rifiuta il lavoro malpagato e “flessibile”, la disoccupazione, le politiche di austerità, i continui tagli a welfare e servizi, ma soprattutto che sta ridando coraggio ai tanti e tante che non possono o non vogliono più abbassare la testa, che non si rassegnano.

Anche a Padova pensiamo sia il momento di prendere parola, di alzare la testa insieme ad altre centinaia di città che in tutto il mondo si stanno organizzando per fare del 15 Maggio un giorno diverso dagli altri, in cui il sogno di costruire un futuro diverso sia possibile.

Ritrovarsi, domenica 15 maggio alle ore 17, sul Liston, nel cuore della città, significa rifiutare le politiche di Austerity europee, il Jobs Act e l’arroganza del governo Renzi. Ritrovarsi poi davanti ai cancelli della Prandina, significa rifiutare la guerra, i confini e il razzismo. Significa anche comunicare al sindaco Bitonci che un’altra Padova, antirazzista e democratica, si sta organizzando per costruire un futuro lontano da lui e dalle sue politiche violente e xenofobe.

Contro la precarietà e l’austerity, contro guerra, confini e razzismo, scendiamo in piazza per i diritti di tutti e tutte.

#15M #GlobalDebout

Continue reading