#15M – Nuit Debout

deboutDalle piazze francesi in rivolta, un forte vento sta soffiando verso tutti i paesi europei. Un vento democratico che rifiuta il lavoro malpagato e “flessibile”, la disoccupazione, le politiche di austerità, i continui tagli a welfare e servizi, ma soprattutto che sta ridando coraggio ai tanti e tante che non possono o non vogliono più abbassare la testa, che non si rassegnano.

Anche a Padova pensiamo sia il momento di prendere parola, di alzare la testa insieme ad altre centinaia di città che in tutto il mondo si stanno organizzando per fare del 15 Maggio un giorno diverso dagli altri, in cui il sogno di costruire un futuro diverso sia possibile.

Ritrovarsi, domenica 15 maggio alle ore 17, sul Liston, nel cuore della città, significa rifiutare le politiche di Austerity europee, il Jobs Act e l’arroganza del governo Renzi. Ritrovarsi poi davanti ai cancelli della Prandina, significa rifiutare la guerra, i confini e il razzismo. Significa anche comunicare al sindaco Bitonci che un’altra Padova, antirazzista e democratica, si sta organizzando per costruire un futuro lontano da lui e dalle sue politiche violente e xenofobe.

Contro la precarietà e l’austerity, contro guerra, confini e razzismo, scendiamo in piazza per i diritti di tutti e tutte.

#15M #GlobalDebout

Continue reading

#GlobalDebout 7-8 maggio, #Parigi – Fotoracconto delle due giornate

20160505_212742Dal 68 al 69 marzo (fuori dalla Francia li potremmo chiamare 7 e 8 maggio) abbiamo partecipato insieme a numerose realtà italiane e a centinaia di altre persone dalla Francia ma non solo, alla due giorni internazionale chiamata a Place de la Republique dalla mobilitazione che si fa chiamare NuitDebout. Luogo simbolo delle prime proteste contro la Loi Travail francese, la composizione della piazza con il tempo è diventata sempre più complessa e sfaccettata, caratterizzata dal continuo vociare, cantare e urlare delle centinaia di persone che ogni giorno continuano a ritrovarsi e a opporsi alle politiche del governo Valls-Hollande, costruendo insieme la loro proposta.

In questo contesto si è svolto il GlobalDebout, un meeting internazionale di due giorni che provi a far comunicare quanto sta accadendo in Francia con il resto dell’Europa, attraversata ogni giorno da conflitti sempre più violenti e da un silenzio sempre più assordante.
(In fondo all’articolo, una serie di link utili per capire quanto sta succedendo in questi mesi a Parigi e dintorni)

Continue reading

23.05 – Partecipazione politica e conflitti in rete: il caso del #15M in Spagna

IndignadosDurante questo terzo incontro del ciclo di autoformazione Tecnoscienza e neoliberalismo: biocapitale, soggettività e bio-resistenze discuteremo con Raul Sanchez Cedillo di un tema di assoluta rilevanza nel quadro del bio-capitalismo contemporaneo, riguardante la relazione fra usi della rete, social network e movimenti sociali. Più precisamente, durante questo seminario approfondiremo l'esperienza del movimento 15M in Spagna, soffermandoci sul ruolo centrale che la rete ha avuto come strumento in supporto all'organizzazione del conflitto nelle piazze spagnole.
Prendendo le mosse da questo dibattito, cercheremo poi di capire in che misura e attraverso quali pratiche la rete e i social network possono rivelarsi dispositivie strumenti capaci di supportare il conflitto e se, allo stesso tempo, i movimenti sociali possano trasformare la rete in uno spazio potenzialmente generativo di esperienze conflittuali.

ne parleremo con:
Raùl Sànchez Cedillo (Universidad Nomada)

l'incontro si terrà alle 18:30 @BiosLab (via Brigata Padova 5, 7, 9)