05.03 – Padova – Manifestazione regionale per i diritti di tutt*!

manif 5 marzo diritti webIl 5 marzo è convocato un corteo regionale per dare visibilità e condensare la specificità di ogni lotta in piedi nei nostri territori, tenendo assieme le parole d’ordine della dignità sul lavoro, del reddito, dell’antirazzismo, contro guerre e devastazione, per l'ambiente ed uno sviluppo sostenibile e contro la criminalizzazione delle lotte sociali. A partire dai blocchi e dagli scioperi dei facchini del Prix e dalla determinazione della lotta delle lavoratrici della Nek di Monselice, in questo corteo si vuole dare centralità alla richiesta di un welfare che liberi dalla schiavitù del lavoro e dalla povertà, ossia dalla condizione universale di precarietà che riguarda, a modo loro, dai migranti agli italiani. Contro la guerra, i bombardamenti ed un sistema che produce milioni di profughi, ula situazione bellica attuale alle porte dell’Europa, con tutte le ricadute all’interno del nostro continente. Continue reading

Non è più tempo di aspettare: Reddito e Casa per tutt*

casa.redditoAppello per la costruzione di una grande giornata di lotta Sabato 20 Giugno – Piazza Antenore – Prefettura di Padova – Ore 10.30 E’ vera emergenza nella nostra città ed in questo paese. Un aumento della povertà in termini assoluti e relativi che ha dati spaventosi. Stiamo parlando di circa 12 milioni di persone che si trovano in una condizione di povertà relativa a cui vanno aggiunti circa 7 milioni che si trovano in una condizione di povertà assoluta , che vuol dire vivere in uno stato di indigenza. Altro dato drammatico è quello relativo agli sfratti. Gli ultimi dati ufficiali al primo semestre del 2014 anno nel quale sono state emesse 74.718 sentenze di sfratto, di queste il 90 % sono state per morosità incolpevole, cioè dopo la perdita del posto di lavoro. Continue reading

La casa è un diritto! Solidali con chi occupa! LIBER* TUTT*!

casa.dirittoApprendiamo con rabbia e sgomento l'ennesimo atto repressivo volto a criminalizzare e delegittimare lotte reali che da mesi stanno contaminando tutto il paese.
All'alba di oggi infatti è partita per ordine dei pm di Torino Padalino e Rinaudo, tristemente noti per le loro violente posizioni nei confronti del movimento No Tav, una ondata di arresti che ha coinvolto 29 compagn*, oltre ad altri 111 indagati, che da anni si battono in prima persona per fare in modo che la casa sia un diritto per tutti, al di là della nazionalità, del genere, della religione e del conto in banca.
Le gravissime accuse recapitate ai\alle compagn* (tra cui violenza privata, sequestro di persona, violenza aggravata) si inseriscono nel processo di delegittimazione delle lotte e del dissenso e sono perfettamente in linea con le ultime misure del governo Renzi, tra cui il famigerato articolo 5 del piano casa.
Il fatto che siano anche state denunciate azioni contro sedi del Partito Democratico, ad una settimana dalla schiacciante vittoria alle europee, dimostra come in questo paese ormai non è più tollerata nessun tipo di contestazione (al governo) e che al minimo segno di dissenso le risposte si faranno sempre più violente ed autoritarie.

Continue reading

Padova 5.06 – Diamo spazio ai diritti. Casa e reddito per tutt*!

DSCN0025Ieri 5 giugno sciamo scesi in piazza aderendo alla manifestazione”Diritto alla casa bene comune” promossa dalla Rete Antisfratti di Padova in seguito all’occupazione abitativa di via Trieste dove tre famiglie si sono riprese il diritto ad una casa . Centinaia di persone si sono ritrovate in Piazza Antenore per dare vita ad un corteo che si è snodato per il centro città, attraversando la zona delle piazze per terminare sotto Palazzo Moroni, sede del Comune. Famiglie, studenti, lavoratori, precari, migranti, tutti uniti nel ribadire basta sfratti! basta case e spazi vuoti! Da subito è stata chiara la determinazione dei partecipanti a questa giornata di lotta: una nuova politica abitativa ed in materia di spazi urbani è ora più che mai necessaria, consapevoli che questo cambiamento non può che venire dal basso, dal blocco degli sfratti e degli sgomberi, all’occupazione e liberazione di case e spazi abbandonati. 

Continue reading

Padova 05.06 – Ricostruiamo la città delle lotte e dei diritti!

5giugnoLo scorso 17 aprile abbiamo occupato e restituito alla città uno stabile abbandonato da 17 anni, facendo nascere e vivere il Laboratorio Bios.

Abbiamo spalancato quelle porte a partire dalla constatazione che la crisi ogni giorno produce più precarietà e più povertà e dalla necessità di inventare e costruire nuovi spazi in cui tutti quelli che sanno cosa significa vivere sotto ricatto, senza tutele e senza futuro possano ripartire da se stessi per riconquistarsi il diritto a vivere una vita dignitosa e libera.

In queste ultime settimane abbiamo visto il significato più vero del governo delle larghe intese: sgomberi degli spazi sociali, attacchi alle università e alle assemblee, violenze e minacce nei confronti di chi non accetta di rimanere in silenzio di fronte al furto quotidiano che in troppi oggi subiscono.

Continue reading

Occupy your reality – Reddito per tutti

critical mass occupy realityQuesta mattina decine di studenti e precari si sono riversati in città con una vivace e chiassosa critical mass. Obiettivo dell'iniziativa è stato andare a sanzionare simbolicamente quelle istituzioni che rappresentano la gestione del welfare cittadino, rivendicando diritti e reddito incondizionato come unica arma per rovesciare la drammatica situazione sociale che da anni viene imposta in tutta Europa da governi e banchieri. Partita dall'ex facoltà di Scienze Politiche la massa critica ha attraversato le vie del centro, fermandosi prima in quattro tappe ciè l'Ater, l'INPS, la Casa Pio X, l'ESU, per concludersi poi sotto il Comune di Padova. Sotto gli istituti che gestiscono rispettivamente l'edilizia pubblica, la gestione previdenziale del lavoro, il controllo dei corpi e della saluti e infine il diritto allo studio, abbiamo rivendicato diritti e welfare a partire dal reddito incondizionato d'esistenza come condizione necessaria per sfuggire ad un futuro di precarietà, insicurezza e solitudine. Continue reading