#NonUnaDiMeno : nuovo spazio politico femminista – Il divenire “Soggetto Imprevisto” e lo sciopero globale dell’8 marzo

editorialeBoloSiamo Marea e travolgeremo qualunque scoglio per riuscire a trasformare la potenza e la passione di queste giornate in un oceano di autodeterminazione, sovversione e liberazione per tutte.

Con queste parole si è conclusa l’assemblea plenaria di domenica 5 febbraio a Bologna. Una due giorni in cui, attraverso 8 tavoli di discussione partecipati da centinaia di attiviste, la rete nazionale NON UNA DI MENO ha ripreso in mano le redini di un percorso coraggioso e ambizioso che ha posto al centro il metodo femminista dell’orizzontalità, del “personale è politico” e dell’intersezionalità delle lotte: un nuovo paradigma costituente capace di ripensare radicalmente le fondamenta dell’organizzazione politica di movimento, verso una socialità libera e liberante dalla violenza sulle donne e dalla violenza del genere.

Continue reading

Se viviamo è per marciare sulla testa dei re – Liber* Tutt*!

Sentiamo il bisogno di prendere parola perché siamo stanchi e pieni di rabbia. In troppe occasioni abbiamo visto la vendetta di procure e tribunali scagliarsi verso chi, in questi anni così complessi in cui la democrazia è crollata sotto il peso della violenza autoritaria della crisi, ha deciso di non abbassare la testa, di non accettare che questa sia l'unica vita che possiamo vivere e di non adeguarsi ad un futuro fatto di precarietà, povertà e solitudine.

Non possiamo non denunciare come, dopo essere stati più volte repressi violentemente nelle piazze e dopo aver scontato in troppi misure cautelari preventive che danno il segno dello stato di salute del sistema della giustizia italiana, in questi giorni in tutta Italia si stanno comminando sentenze di condanna molto gravi per chi ha, dal basso, tentato di ostacolare la barbarie che rappresenta il presente in cui oggi siamo costretti a vivere.

Continue reading

14.04 – Un mosaico di conflitti: spunti geopolitici dalla Turchia al Medioriente

mosaicoconflittiprimo incontro del ciclo seminariale "Cartografie Subalterne: sguardi postcoloniali su confini, conflitti e traiettorie insorgenti" (link al ciclo completo) Da ormai sessant’anni il Medio Oriente è lo scacchiere più caldo nelle relazioni internazionali, teatro di guerre e primavere, mosaico di popoli, religioni e interessi economico-politici. Partendo dalla Turchia del Primo Ministro Erdoğan, ponte strategico verso l'Europa e il Mediterraneo, analizzeremo il quadro geopolitico mediorientale, gli attori coinvolti, le alleanze, i rapporti di forza implicati nelle relazioni diplomatiche e non e i fini perseguiti. Continue reading

Padova – Froce sì, ma non serve del PD – Contestata la Cirinnà

moltopiudicirinna_160312In tante e tanti ieri 12 marzo ci siamo ritrovat* sotto le eleganti sale dell’ex Fornace Carotta, per riservare una favolosa accoglienza a Monica Cirinnà e alla corte dei dirigenti e adepti del Partito Democratico padovano. Questi infatti ritenevano di celebrare indisturbati la vittoria, su un red carpet nel quale l’insofferenza, l’insoddisfazione, la rabbia delle migliaia di persone che il ddl ha tralasciato e offeso potesse essere silenziata come nulla fosse. Un’iniziativa autocelebrativa in cui le voci critiche del movimento LGBTQI non sono nemmeno state interpellate. Quelle persone invece esistono e hanno deciso di assediare rumorosamente la celebrazione di una falsa vittoria, il raggiungimento di un “traguardo” che non puó passare sui nostri corpi. Continue reading

12.03 ore 16.00 @FornaceCarotta – “Ma quale traguardo? Diritti civili, welfare e reddito per tutt*”

ragionefuxiaOggi ‪#‎8marzo‬ come collettivo transfemministaqueer abbiamo occupato simbolicamente il Palazzo della Ragione per prendere parola sul ddl Cirinna' e per lanciare il presidio di Sabato 12 marzo alle 16 davanti all'Ex Fornace Carotta, per accogliere favolosamente Monica Cirinna' e i dirigenti del Pd!

‪#‎nonsuinostricorpi‬ ‪#‎maqualevittoria‬ ‪#‎moltopiudicirinna‬ ‪#‎vogliamotutto‬

Il 12 marzo, alla Fornace Carotta , la prima firmataria del testo di legge Monica Cirinnà e i vertici del Partito Democratico padovano, si ritroveranno per festeggiare “Il voto del Senato per le Unioni Civili, (…) un momento storico per questa legislatura e la storia del nostro Paese. Una svolta in favore dei diritti resa possibile dalla determinazione del Partito Democratico.”

Insomma, sembra che quel sabato pomeriggio ad andare in scena sarà la vittoria. E noi ci chiediamo… ma quale vittoria?!

Continue reading

04.03 – Nessun dorma: tra Unioni Civili, Diritti e Riconoscimento

nessundormaore 18.30 - Nel deserto legislativo italiano in cui solitario, troneggia un unico Moloch chiamato “matrimonio” (bianco, eterosessuale, monogamico), da qualche mese ha fatto timidamente i primi passi un disegno di legge, il DDL Cirinnà, volto a disciplinare la convivenza fra persone dello stesso sesso e non solo. Si parla di unioni civili, “formazioni sociali specifiche”, adozione del figlio del coniuge, ma anche diritti e doveri, pensione di reversibilità, unione o separazione dei beni, assistenza sanitaria.

Continue reading