Padova – Welfare universale e reddito per tutt*. Incrociamo le lotte

IMG_7499.jpgQuesta mattina, in concomitanza con altre città italiane, lavoratori precar*, delle cooperative,  partite iva, ricercator* non strutturat*,  migranti, disoccupat* e student* si sono ritrovati sotto gli uffici della sede padovana dell'INPS per dar vita ad uno speakers’ corner in cui raccontare la propria condizione di precarietà esistenziale e rivendicare i propri diritti.

Gli interventi che si sono susseguiti hanno ribadito come all’attuale frammentazione del lavoro corrisponda un’estrema frammentazione delle forme di welfare, quando non addirittura una sua totale inesistenza. Continue reading

24.04 – Speakers Corner sotto l’INPS – Welfare universale e reddito per tutt*

INPSViviamo in un paese in cui i tassi di disoccupazione hanno raggiunto il 14%, con circa tre milioni di giovani che non hanno un lavoro. Ma chi vive oggi nel mondo della precarietà sa bene che anche il concetto di disoccupazione non è adatto a raccontare la vita di milioni di soggetti molto differenti tra loro che si destreggiano tra un'infinità di contratti a termine e la totale assenza di un sistema di welfare in grado di rispondere ai bisogni dei troppi che oggi combattono quotidianamente per arrivare a fine mese. In questo contesto di precarietà strutturale e diffusa, lo scorso autunno il governo Renzi ha approvato il Jobs Act, svuotando di senso il concetto di "lavoro a tempo indeterminato", cancellando lo statuto dei lavoratori e affermando il definitivo svuotamento del sistema dei diritti sul lavoro del nostro paese.

Continue reading

22.08 – Pensano di averci sgomberato, ma la vita non si sgombera! #torniamosubito!

sgomberoPubblichiamo a caldo un comunicato che non avremmo mai voluto scrivere. Stamattina la questura di Padova ha sgomberato gli spazi del BiosLab in via Brigata Padova. L’ha fatto di venerdì, in pieno agosto, senza alcun preavviso. Ironia amara, in quest’estate grigia e piovosa la metafora del fulmine a ciel sereno non è adatta a descrivere lo stupore e la rabbia che ci hanno assaliti stamattina quando abbiamo trovato gli spazi svuotati e sigillati.

Una metafora che non funzionerebbe anche perché l’atmosfera di Padova in questi ultimi mesi si è fatta sempre più cupa e  soffocante: la cronistoria dell’impresa liberticida messa in atto dal sindaco Bitonci e dal suo sgherro Saia pervade quotidianamente le cronache locali, in un susseguirsi di operazioni di polizia e ordinanze comunali che nulla fanno rimpiangere del paradigma della tolleranza zero post 11 Settembre 2001.

Continue reading

19.11 – Io senza Bios non so essere felice – Occupato l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune

comune_bios

Da diverse settimane abbiamo iniziato la campagna per riprenderci gli spazi del Laboratorio Bios sgomberati nel luglio scorso. Dopo l’occupazione dell’atrio dell’INPS dei giorni scorsi qualcosa ha cominciato a sbloccarsi. Durante la prima fase di trattativa con i responsabili regionali è emersa la disponibilità dell'Inps a concedere gli spazi, ma anche l'impossibilità a livello burocratico di un'assegnazione diretta. Per sopperire a tale impossibilità l'INPS ha proposto il coinvolgimento del Comune come intermediario per poter procedere all’assegnazione. Ancora una volta, però,  i tempi burocratici niente hanno a che vedere con l'esigenza di far vivere e dare continuità e stabilità ai nostri progetti. Il lungo silenzio del Comune di Padova, a fronte dei ripetuti contatti con il Direttore regionale INPS Salomone, non poteva più essere accettato.

Così, questa mattina, abbiamo invaso simbolicamente l’Ufficio relazioni col pubblico del Comune per ottenere un incontro con un delegato del Sindaco che si esprimesse in merito alle nostre richieste. Dopo una ventina di minuti una delegazione è stata ricevuta dal Capo di Gabinetto di Ivo Rossi che ha dichiarato la disponibilità del Comune ad un incontro per l’assegnazione degli spazi Inps entro la settimana.

Continue reading

25.10 Critcal mass – Basta spazi chiusi e abbandonati! E’ ora della sveglia!

criticalSveglieQuesta mattina, alcune decine di studenti, precari, disoccupati e diverse altre soggettività che nei mesi scorsi hanno costruito e attraversato l'esperienza del Laboratorio Bios, si sono incontrati per dare vita ad un'allegra e colorata critical mass per le strade della città di Padova, andando a segnalare diversi edifici vuoti, abbandonati o sede delle organizzazioni responsabili della gestione criminosa del patrimonio pubblico, come l'Ater in questi giorni al centro di scandali.

Nelle diverse tappe sono state lasciate delle grandi sveglie a segnalare le situazioni più eclatanti e vergognose: a partire dagli stabili di via Palestro dove il Laboratorio Bios aveva trovato casa, fino al centralissimo Palazzo delle Debite, da anni abbandonato e lasciato chiuso.

Continue reading

Io senza Bios non so essere felice – occupata la sede dell’INPS

occInpsQuesta mattina abbiamo deciso di riaprire la partita. Una partita che solo una delle parti credeva chiusa, l'INPS. A oltre 2 mesi di distanza dal vile sgombero subito per ordine dell'ente previdenziale ci siamo ripresentati presso la sede padovana di piazza insurrezione. Abbiamo deciso, per questa volta, di non occupare l'intero ufficio. Siamo entrati numerosi nell'atrio principale e dopo un giro di interventi atti a chiarire ai lavoratori e agli avventori il motivo della nostra presenza in quel luogo, abbiamo chiesto un incontro con un dirigente. Ci siamo subito stupiti nel vedere la solidarietà delle persone presenti e degli stessi lavoratori, che dalla scorsa serttimana sono in mobilitazione contro i tagli che a breve falceranno migliaia di posti lavoro a livello nazionale.

Continue reading