#GlobalDebout 7-8 maggio, #Parigi – Fotoracconto delle due giornate

20160505_212742Dal 68 al 69 marzo (fuori dalla Francia li potremmo chiamare 7 e 8 maggio) abbiamo partecipato insieme a numerose realtà italiane e a centinaia di altre persone dalla Francia ma non solo, alla due giorni internazionale chiamata a Place de la Republique dalla mobilitazione che si fa chiamare NuitDebout. Luogo simbolo delle prime proteste contro la Loi Travail francese, la composizione della piazza con il tempo è diventata sempre più complessa e sfaccettata, caratterizzata dal continuo vociare, cantare e urlare delle centinaia di persone che ogni giorno continuano a ritrovarsi e a opporsi alle politiche del governo Valls-Hollande, costruendo insieme la loro proposta.

In questo contesto si è svolto il GlobalDebout, un meeting internazionale di due giorni che provi a far comunicare quanto sta accadendo in Francia con il resto dell'Europa, attraversata ogni giorno da conflitti sempre più violenti e da un silenzio sempre più assordante. (In fondo all'articolo, una serie di link utili per capire quanto sta succedendo in questi mesi a Parigi e dintorni)

Continue reading

Una Repubblica in comune – Un dato e qualche considerazione sul Marzo francese

docparigiQuando si entra dentro place de la “Republique”, salta agli occhi un primo –e forse l’unico- dato certo di queste settimane a Parigi: in piazza sono sedute, camminano, discutono, inventano, tramano, si ritrovano migliaia e migliaia di persone.

A partire da questo elemento, quotidianamente presente e visibile ormai da settimane, è un compito non semplice e certo non definitivo formulare qualche considerazione sul marzo francese.

Continue reading

30.11 – Parigi, il terrore e la guerra

parigi

tratto da discpadova.it

ore 17.30 – A distanza di due settimane, benché ancora scossi, sentiamo l'esigenza di discutere insieme degli attentati parigini, decomporre i molteplici piani della vicenda e analizzare la concatenazione di reazioni messe in moto: dalla criminalizzazione xenofoba dei flussi migratori alle paranoie securitarie e le conseguenti restrizioni della libertà personali, passando per il bellicismo che permea il dibattito pubblico e gli interessi dell'industria militare.

Continue reading

16.11 – Alle 18.00 tutt* in Piazza Antenore! Padova non ha paura

parigiCondividiamo e partecipiamo all'iniziativa lanciata da Padova Accoglie (qui il link) in solidarietà alle vittime dell'attacco portato dal Daesh a Parigi lo scorso venerdì notte. Come ci insegnano le comunità del Rojava, siamo consapevoli che questi fascisti (perchè questo sono, fascisti che vogliono imporre il proprio dominio con la forza e il terrore) vanno combattuti in ogni spazio in cui si presentano, da quello sul campo a quello dei media, impedendogli di conquistare paesi e villaggi e mostrando gli interessi in gioco, svelando come l'Islam sia utilizzato come pretesto in uno scontro che non ha niente di religioso. Lo sottolineiamo perché purtroppo abbiamo visto come a Padova, così come in tutta Italia, a prevalere siano ricostruzioni razziste e xenofobe (Sindaco Bitonci in testa) e vediamo ogni giorno come lasciare spazio a questi miasmi sia molto pericoloso. Per questo e per molto altro saremo in piazza a portare la nostra solidarietà.

ore 18.00 - Più di 120 morti, decine di feriti e una città devastata dalla violenza e dalla brutalità degli attentati terroristici. Una comunità, quella francese, sconvolta dalla barbarie e atterrita dalla paura. Un mondo, quello europeo, che riscopre il terrorismo come una realtà vicina e non come qualcosa di estraneo e distante. Continue reading