Come un fulmine a ciel sereno: solidarietà a Point Break e a chi è senza casa

sgomberopoint"Fratelli miei non ci hanno vinto,  siamo ancora liberi di solcare il mare" Q, Luther Blisset

Non tutte le mattine sono uguali. Non tutti i risvegli sono lenti e faticosi. Alcune volte quando ti svegli senti dentro una rabbia che non puoi controllare. Questo è successo a noi ieri, 21 luglio, quando svegliandoci abbiamo acceso i nostri Pc e abbiamo scoperto dello sgombero di Point Break. Come un fulmine a ciel sereno. Come se ci avessero attaccati tutt*. Già, perché la palazzina occupata in via Fortebraccio è stata per noi un esempio e un punto di riferimento, è stata un rifugio accogliente per le decine e decine di compagn* che nel corso degli anni hanno avuto la necessità o il desiderio di passare delle notti a Roma.

Continue reading

Stiamo con ESC ! Solidarietà, socialità e cultura non si possono sgomberare

escAbbiamo appreso con rabbia la notizia riguardante l'arrogante volontà del Commissario Tronca di sgomberare ESC, l' atelier autogestito che da oltre 11 anni rappresenta a Roma l'interfaccia fra l'Università e la metropoli, tra il sindacalismo sociale e le lotte dei migranti. Continue reading

Editoriale – Università, questa sconusciuta

udine no buona università(da discpadova.it) Da tempo ragioniamo sullo stato di salute del mondo della formazione.

Abbiamo imparato a leggerne le contraddizioni, ne abbiamo osservato il progressivo smantellamento in termini di finanziamenti, servizi, didattica, reclutamento, risorse. Eppure, negli ultimi giorni un’ulteriore riflessione si è imposta ai nostri occhi.

Ancora Parliamo dello spazio fisico e simbolico che attraversiamo, nel quale ci troviamo a studiare, lavorare, fare politica, instaurare relazioni, che nonostante questo si trova a comunicarci, in alcune occasioni, inquietanti segnali. Continue reading

Maker Faire per chi? Per escludere e manganellare

makefaireQuesto pomeriggio centinaia di student* e ricercator* si sono dati appuntamento a Piazzale Aldo Moro, entrata principale dell'Università La Sapienza di Roma, per contestare la fiera dell'innovazione Maker Faire, un evento a pagamento che nelle ultime settimane ha cambiato il volto della città universitaria, preparandola ad accogliere una kermesse di importanti multinazionali tra cui figurano Intel, Google, Microsoft, Eni e Bnl.

Nuovamente La Sapienza si è trovata ad essere di fatto affittata a soggetti esterni e privati, e sbarrata a coloro che invece la attraversano e la fanno vivere tutti i giorni. Continue reading

È tempo di osare, è tempo di Sciopero sociale

coaliz.scioperoRimettere in cammino la sfida dello Sciopero sociale: questa la discussione che si è svolta lo scorso 5 luglio presso l’iFest; questo lo sviluppo messo in campo ad Acrobax, lo scorso giovedì 10 settembre. Un’assemblea partecipata e ricca, dedicata quasi per intero alla definizione dell’agenda politica, locale ed europea. Un momento di convergenza importante per prendere le misure e rilanciare la sperimentazione pratica sul terreno programmatico già delineato lo scorso anno: salario, reddito e welfare, fisco, governo della mobilità. A maggior ragione dopo il completamento del Jobs Act, con l’approvazione degli ultimi decreti attuativi, l’introduzione del piano Scuola, l’emergenza migranti. E mentre il governo Renzi, con la prossima legge di stabilità, si appresta a imporre nuovi e pesantissimi tagli al welfare, in particolare alla Sanità. Continue reading

Il 5 luglio a Roma l’assemblea della “Coalizione per lo sciopero sociale”

copertina5luglioIl programma di riforme del Governo Renzi, eseguite sotto dettatura della Commissione europea, prosegue la sua azione a colpi di fiducia, la quarantesima in sedici mesi è arrivata in Senato, sul maxiemendamento riguardante la scuola. Come era avvenuto per il Jobs Act, Renzi si è imposto, con arroganza e autoritarismo, ottenendo la fiducia sul Ddl e sulle nove deleghe che sconvolgono totalmente la scuola pubblica. Continue reading